La Sindrome delle Gambe senza Riposo (RLS) è una malattia neurologica caratterizzata da spiacevoli sensazioni alle gambe e da una incontrollabile necessità di muoverle nel tentativo di alleviare tali sensazioni. Con il termine di parestesie si intendono sensazioni semplicemente anomale, con quello di disestesie le sensazioni anomale e spiacevoli, descritte dai pazienti come bruciori, formicolii, strappi o come insetti che si arrampicano lungo le gambe. L'intensità varia da caso a caso, da sgradevole ad irritante o dolorosa.

L'aspetto più caratteristico della sindrome è rappresentato dalla accentuazione dei sintomi durante la notte o con il riposo. Ne consegue che coloro che ne sono affetti trovano difficoltà nell'addormentarsi e di godere di un sonno riposato, lamentando, durante il giorno, stanchezza, difficoltà a concentrarsi e quindi a svolgere con efficienza le normali attività.

La prevalenza della RLS è abbastanza elevata. Ne risulterebbe affetto l'1% della popolazione, ma si ritiene che questa percentuale sia anche superiore, non includendo le forme lievi ed i casi in cui il medico non viene interpellato, in quanto i pazienti attribuiscono il disturbo a nervosismo, stress, artrite o crampi muscolari e ritengono che si tratti di una condizione non trattabile e senza alcun rimedio.

La RLS colpisce entrambi i sessi e tutte le età. Sembra comunque prevalere tra le donne ed aumentare con l'avanzare dell'età, specie nel caso delle forme più severe.

In circa l'80% dei soggetti alle parestesie/disestesie si associano movimenti involontari degli arti inferiori, sottoforma di contrazioni spasmodiche, che si presentano ad intervalli di 10-60 secondi e disturbano fortemente il sonno.






Le informazioni qui contenute non possono assolutamente sostituire la consulenza medica individuale, l’anamnesi o la visita medica. Non possono condurre né a una diagnosi, né a una modalità di terapia da seguire.